HOME CHI SIAMO STATO DELL’AMBIENTE I “CASI” DIDATTICA LINK NEWS

news    2015



31 dicembre 2015:
Si chiude un anno orribile per le PM10 e lo smog.  Occorre un Piano strategico per uscire dall'emergenza (PM10Emergenza2015.pdf). Pubblicato un nuovo studio impressionante: lo sviluppo dei polmoni dei bambini fortemente condizionato dall'inquinamento dell'aria (PM10PolmoniBambini2015.pdf).                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         

31 dicembre 2015:
Caso Caffaro: un dato clamoroso, reso noto dall'Arpa, rivela che a Brescia sono uscite in ambiente diossine in quantità da 20 a 500 volte quelle uscite a Seveso. Smentito il negazionismo dell'Asl. Intanto nella legge di stabilità non un euro per la bonifica (CaffaroBresciaSeveso2015.pdf).                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

17 dicembre 2015:
Caso Caffaro: alcuni Comitati incontrano l'Arpa ed il Commissario straordinario. Un utile confronto per fare il punto sulla complessa vicenda, ben lontana dal trovare una soluzione  (CaffaroComitatiArpaCommissario2015.pdf).                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

12 dicembre 2015:
Il Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile chiede con forza la chiusura della terza linea dell'inceneritore A2A: inutile, dannosa e irresponsabile (InceneritoreChiusuraTerzaLinea2015.pdf) . Anche il sindaco Del Bono nel marzo 2015 si era impegnato a chiuderla: promesse da marinaio?  (InceneritoreChiusuraTerzaLinea2015DelBono.pdf).                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          

11 dicembre 2015:
Un'analisi critica indipendente dell'epidemiologo Paolo Ricci sul tema controverso del rapporto tumori, ambiente, Sito Caffaro (CaffaroTumoriRicci2015.pdf).                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

5 dicembre 2015: Otto donne coraggiose mostrano le ferite sul loro corpo e sulla loro terra: Terra ferita, fotografie di Stefania Zambonardi da vedere e far conoscere (AmbienteMostraTerraFerita2015.pdf).                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

27 novembre 2015: Il Ministero dell’Ambiente ha pubblicato a cura di Ispra l’Annuario dei dati ambientali 2014 – 2015: scorrendolo si scopre che  Brescia “gode” del primato assoluto come città con l’aria più inquinata d’Italia, con una media annua nel 2013 di 31 μg/m3  di PM2,5, rispetto alla media nazionale di 18, quasi il doppio, ma tre volte più elevata del “ valore soglia per la protezione della salute di 10 μg/m3, suggerito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità”. Il che significa malati e morti in più. (AriaBresciaRecord2013.pdf)

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        23 novembre 2015: Un contributo importante da Mariano Mazzacani, di Aqua Alma Onlus, sul processo di privatizzazione dell'acqua a Brescia in spregio alla volontà popolare espressa nel referendum del 2011. (AcquaBrescia2015Privatizzata.pdf)                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        settembre 2015: L'Arpa ha pubblicato la nuova indagine sullo stato della falda del Sin Caffaro, a 10 anni dalla prima: se possibile, ancor più contaminata da PCB, mercurio, tetracloruro di carbonio, triclorometano, cromo VI, di-tri-tetracloroetilene. (FaldaBrescia2015.pdf)

 

 

 

 

settembre 2015: Tappa dopo tappa (nuova Ordinanza sindacale "creativa", “Guida al cittadino” distorta, scomparsa delle diossine e sottostime dei PCB), l'Asl di Brescia ha portato a compimento il suo progetto "negazionista":  nel Sin Caffaro è tutto OK! (CaffaroAsl2015.pdf)

 

 

 

 

settembre 2015: L'arsura dell'estate caldissima ha riproposto il tema della controversa Ordinanza sindacale e dell'apertura al pubblico dei Parchi "mediamente inquinati", purché "inerbiti": ma l'erba è stata distrutta e seccata dalla siccità! (CaffaroOrdinanza2015.pdf)

 

 

 

settembre 2015: Come purtroppo prevedibile, il Ministero dell'Ambiente, per ora ha registrato un primo insuccesso nel tentativo di chiedere all'ex Snia Caffaro di assumersi gli oneri della bonifica. Per questo è quanto mai urgente elaborare un Piano generale di bonifica per il Sin Caffaro, pretendere dal Governo adeguati finanziamenti e ricercare tecnologie alternative alla semplice "migrazione" dei terreni contaminati (CaffaroBonifica2015Chimera.pdf).

 





28 luglio 2015: Grande risonanza nella stampa della "mossa" del Ministro Galletti: Per la Caffaro, chi ha inquinato “paghi”! Ma era nel 2003, prima della scissione di Snia, che bisognava agire, quando l'Amministrazione comunale dell'epoca non fece nulla.  Ora si ripropone dopo 14 anni un Progetto generale di bonifica: con quali prospettive?    (CaffaroBonifica2015MinistroGalletti.pdf)                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              

30 aprile 2015: Presentato il Piano strategico di A2A per il 2015-2019: un superficiale maquillage innovativo su una strategia industriale obsoleta, ancorata al secolo scorso(A2APianoIndustriale2015Osservazioni.pdf).



                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      24 marzo 2015:
Titoloni strillati propagandano la finta opposizione di Comune di Brescia e Regione Lombardia all'importazione di rifiuti dal Sud. Una pantomima indecorosa che maldestramente cerca di nascondere la realtà dei fatti
(Inceneritore2015SbloccaItaliaPantomima.pdf).
                                                                                       
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                      8 marzo 2015: Un editoriale del "Corriere della sera - Brescia" stigmatizza l'immagine veicolata dai media nazionali di "Brescia, Terra dei fuochi del Nord".
Ne è seguito un dibattito acceso che è utile si confronti con i dati oggettivi di una realtà ambientale ancora più degradata di quella descritta in Gomorra. Per questo abbiamo attivato un nuovo link con un lavoro di ricerca in progress:
 TerradeifuochiNord.
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     14 febbraio 2015: La controversia sul "nuovo" sistema di gestione dei rifiuti urbani a Brescia fa emergere il vero problema: l'Amministrazione comunale di Brescia è ostaggio di A2A prigioniera di un groviglio di conflitti di interessi (InceneritoreRifiutiComuneConflittoInteressi.pdf).





13 febbraio 2015:
Caffaro.
Per chi ha sete di giustizia una buona notizia: sette consiglieri di amministrazione della vecchia Snia Caffaro, il 5 maggio, saranno a giudizio per bancarotta. Un processo importante dai possibili sviluppi positivi per futuri risarcimenti degli oneri di bonifica   (CaffaroSniaPenale2015.pdf).




12 febbraio 2015:
Caffaro. Nuove sostanze tossiche nei terreni, disperse dalla Caffaro, sono state scoperte da indagini più approfondite dell'Ersaf: oltre diossine, PCB e mercurio, anche piombo, arsenico, cloroformio, tetracloruro di carbonio, policlorotrifenili, policloronaftaleni, DDE (DDT), lindano.  Un quadro sempre più disastroso dell'inquinamento Caffaro
(CaffaroBonificaErsafDati2015.pdf).



10 febbraio 2015:
Caffaro.
Presentato alla stampa un importante documento dei Comitati sulla (non) bonifica del Sin Caffaro: no al "turismo" dei terreni contaminati; bisogna distruggere le molecole di PCB e diossine.   (CaffaroBonifica2015Considerazioni.pdf)



9 febbraio 2015:
  
Il Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile contesta l'Assessore regionale Terzi, in visita in città, perché rifiuta il confronto con gli ambientalisti bresciani: fissato l'incontro per il 17 febbraio (Inceneritore2015TerziBrescia.pdf). Lo stesso giorno rende pubblica un'ulteriore presa di posizione contro il "sistema misto" di raccolta dei rifiuti urbani che verrebbe adottato dalla Giunta Del Bono (RifiutiForumSistemaMisto2015.pdf).  




1 febbraio 2015:
Oltre alla BreBeMi autostrada, esiste una 
BreBeMi dei rifiuti: infatti Brescia, Bergamo e Milano fanno tutte capo ad A2A per la gestione dei rifiuti. 
lI confronto è sconvolgente: a Brescia un carico ambientale pesantissimo  mentre i ricavi se ne vanno altrove (InceneritoreRifiutiBreBeMi2015.pdf)

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  21 gennaio 2015: PM10 sempre più killer della salute. l’Istituto di sorveglianza sanitaria francese (InVS), l’omologo del nostro Iss, ha presentato i risultati della ricerca che ha preso in esame le associazioni, a breve termine, tra PM10 e mortalità giornaliera in 17 città francesi metropolitane, tra il 2007 e il 2010: ogniqualvolta che il PM10 aumenta di 10 µg/m3, il rischio di morte cresce dello 0,5%, con un aumento del rischio di 1,04% per gli over 75. (PM10Salute2015Francia.pdf)


                                                                                                                                                 

20 gennaio 2015: L'inceneritore A2A di Brescia si conferma una "carretta" per l'antiquato sistema di abbattimento fumi: rispetto al Silla di Milano, sempre di A2A, 60% in più di ossidi di azoto, 300% in più di monossido di carbonio, precursori delle cancerogene PM10. Insomma, ai bresciani le emissioni ed ai milanesi i soldini. La denuncia degli ambientalisti dopo la pubblicazione del Rapporto Otu 2015 sulle emissioni (Inceneritore2015Emissioni.pdf).   

 

12 gennaio 2015: Carmine Piccolo di Ghedi corre per la salute e contro le discariche.  Un esempio di impegno civile (DiscaricheCorsaContro2015.pdf).

                                                                                                                                                                                                         

gennaio 2015: Nutrire il Pianeta il compito di Expo 2015. Ma come? Un Dossier di "Missioneoggi" propone un'agricoltura liberata dalla chimica e dagli OGM, basata sulla fertilità naturale dei suoli. (ExpoSfidaControversaMO_2015.pdf).   

 

                                                                                                                                         

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                   6 gennaio 2015: Il 2015 sembra profilarsi a Brescia come l'anno di fuoco per le grandi infrastrutture di trasporto (Tav, autostrade, aeroporto...), devastanti e inutili. Il punto della situazione (TrasportiBrescia2015.pdf).   

                                     


                                    n
ews    2014
 


news    2013

 

news    2012

 

news    2011

news 2010

 

news 2009



 news2008


                                                             news2007