Considerazioni sulle prospettive della bonifica del Sin “Brescia – Caffaro”


[featured_image]
Download
Download is available until [expire_date]
  • Versione
  • Download 1
  • Dimensioni file 383.53 KB
  • Conteggio file 1
  • Data di creazione 3 Febbraio 2015
  • Ultimo aggiornamento 9 Maggio 2023

Considerazioni sulle prospettive della bonifica del Sin “Brescia – Caffaro”

Dopo diversi annunci, a Brescia sarebbe imminente l’avvio della “bonifica” dei giardini delle scuole Deledda e Calvino.

“Turismo” di terreni inquinati

In realtà non verrà bonificato nulla, perché si tratterà semplicemente dell’ennesimo “turismo” di terreni inquinati, prelevati dal quartiere di Chiesanuova di Brescia e, probabilmente, destinati ad essere trasferiti al sobborgo di Vighizzolo di Montichiari, dove già sono stati tumulati in un’apposita buca i terreni contaminati da PCB e diossine dei giardini di via Nullo. Insomma il problema dell’inquinamento da PCB e diossine non verrebbe per nulla risolto, ma semplicemente spostato in un altro territorio e nel tempo, perché, come tutti sanno, le misure di contenimento fisico dei terreni inquinati non garantiscono che in un futuro remoto non si verifichino dispersioni in ambiente, a maggior ragione se si tratta di contaminati persistenti e non biodegradabili come i PCB e le diossine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *