Rifiuti

rifiuti di Brescia

Rifiuti: una “specializzazione” tutta bresciana che crea business, ma che fa male all’ambiente.

La provincia di Brescia può definirsi l’immondezzaio d’Italia: qui si producono grandi quantitativi di rifiuti urbani (50% in più della media nazionale); qui opera in piena città il più grande inceneritore d’Europa (800 mila tonnellate/anno); qui vengono importati enormi quantità di rifiuti speciali (circa 10 milioni di tonnellate/anno) per il loro trattamento in siderurgia e in metallurgia (rottami), nell’inceneritore (urbani e speciali importati), nelle diverse piattaforme specializzate (rifiuti speciali pericolosi e non) e, quindi, per la collocazione in discarica (rifiuti speciali pericolosi e non).

Si può affermare che oggi la vera specializzazione produttiva dell’industria bresciana, insieme a quella delle armi, sia il trattamento dei rifiuti, come candidamente ha auspicato il responsabile energia di An on. Stefano Saglia.

Icona

Giornale di Brescia – Spunta l’idea: «Brescia laboratorio ambientale» 37.14 KB 0 downloads

E se Brescia puntasse su energia e ambiente? Le condizioni ci sono tutte: soldi (tanti…

Questo imponente afflusso di rifiuti ha provocato e continua a provocare una devastazione ambientale che ancora attende di essere pienamente valutata nella sua reale dimensione: emissioni in atmosfera degli impianti di trattamento, inquinamento delle falde, compromissione dei terreni con la disseminazione di centinaia di tumuli di materiali contaminati nelle varie discariche, oggi “controllate”, fino a poco più di vent’anni fa del tutto selvagge.

Non si contano le “scoperte” fortuite di questi sgradevoli depositi del passato.

Ciononostante si continua imperterriti ad aggiungere rifiuti a rifiuti, discariche a discariche, per poi far finta di stupirsi quando qualche magistrato, magari di Napoli, come avvenuto ai primi di ottobre 2007, denuncia un traffico illecito di rottami/rifiuti pericolosi verso la siderurgia bresciana, “mascherati” da non pericolosi.

Icona

Giornale di Brescia – Rifiuti tossici da Napoli chiusi tre stabilimenti tra Bedizzole e Odolo 273.58 KB 0 downloads

Sigilli alla Ferriera Valsabbia e alla Discarica Faeco. Per il PM: «Trattavano ferro…

“Il re è nudo”, verrebbe da commentare, perché era da tempo a tutti noto quali rischi ambientali comportasse la filiera del recupero del rottame e della collocazione in discarica della parte non ferrosa, il cosiddetto fluff.

Icona

Rifiuti pericolosi e siderurgia: il re è nudo 9.97 KB 0 downloads

La vicenda dei rifiuti pericolosi “mascherati” sollevata dalla Magistratura di…
Icona

Documentazione e osservazioni discarica Fluff FAECO 68.61 KB 0 downloads

Richiesta Faeco nuova vasca a Bedizzole per 1.857.890 mc. rispetto agli attuali 1.859.500…

A Brescia ogni limite di compatibilità in questo settore è stato ampiamente superato, sia nel campo dei rifiuti urbani, sia in quello dei rifiuti speciali.

Si deve invertire la rotta ed il nuovo Piano Rifiuti che la Provincia, approntato in bozza, a cavallo tra il 2007 e il 2008, avrebbe dovuto definire una chiara prospettiva di fuoriuscita da questa “specializzazione” devastante per il nostro territorio.

Alcuni Comitati hanno già posto sul tappeto le problematiche essenziali, in particolare per il capitolo rifiuti urbani.

Icona

Osservazioni al Nuovo Piano Rifiuti provinciale Maggio 2006 18.77 KB 0 downloads

Priorità: riduzione della produzione dei rifiuti. Il Piano prospettato dall’Amministrazione…

Ma oltre allo scandalo di un mega inceneritore che impedisce una corretta gestione dei rifiuti urbani, vi è il tema dei rifiuti speciali che richiedono sempre nuove discariche.

Si è cominciato ad affrontarlo criticamente in un incontro a Calcinato, uno dei paesi, con Bedizzole e Montichiari, della porzione orientale della provincia più devastata da discariche (al centro la zona a sud di Brescia fino a Montirone, e ad ovest l’area di Ospitaletto, Travagliato e Franciacorta).

A Montichiari Asm sta cercando di raddoppiare la Cava Verde, contrastata dalla Legambiente.

A Ospitaletto il Comitato locale ha raccolto nella primavera del 2007 circa 1.500 firme per chiedere una moratoria a nuove discariche.

Icona

Comitato Salute e Ambiente di Ospitaletto – Consegna all’Ass.re Prov.le all’ecologia della petizione a sostegno della moratoria alle discariche 173.76 KB 0 downloads

Chiedo fin d’ora scusa a tutti quanti per il ritardo. Provvedo in primo luogo a…

Verso la fine del 2007 è decollata la discussione sul nuovo Piano provinciale Rifiuti, di durata decennale.

Un contributo importante, utile anche sul piano tecnico per i comuni che intendono attuare il “porta a porta” di qualità, è venuto dall’ing. Massimo Cerani, esperto di gestione dei rifiuti, presentato ad Orzinuovi in un incontro pubblico l’11 Dicembre 2007.

Icona

Massimo Cerani – Lo stato dell’arte nella raccolta differenziata dei rifiuti ovvero: come rendere residuale lo smaltimento 1.86 MB 0 downloads

Gli obiettivi del nuovo piano rifiuti provinciale Le previsioni al 2016 … introducendo…

Il 2 Gennaio 2008, 19 Associazioni e Comitati ambientalisti che operano nel Bresciano hanno presentato le Osservazioni al Piano provinciale Rifiuti (2007-2016) e hanno organizzato, il 9 Febbraio 2008, un Convegno pubblico aperto ai partiti, alle istituzioni, alle associazioni ambientaliste ed ai cittadini.

Icona

Osservazioni al Nuovo Piano Rifiuti provinciale 263.76 KB 0 downloads

La provincia di Brescia può definirsi l’immondezzaio d’Italia: qui si producono…

Il convegno ha registrato una partecipazione numerosa ed attenta e ha visto la presenza di alcune classi di studenti degli istituti superiori.

Sono intervenuti rappresentanti istituzionali, dei partiti e dell’associazionismo. Presentate due relazioni, una sui rifiuti urbani e una sui rifiuti speciali.

Icona

Rifiuti Urbani: Osservazioni alla proposta di Piano Provinciale Rifiuti (2006-2016) 1.26 MB 0 downloads

Invertire un trend insostenibile Cresce la produzione totale Non si riduce la produzione…
Icona

Marino Ruzzenenti – Rifiuti speciali: stop all’importazione, trasparenza sui rottami/rifiuti, recupero di materia 2.56 MB 0 downloads

Oltre il 50% dei rifiuti pericolosi, CER10 e CER19, sono sono “rifiuti inorganici…

In Giugno 2008 torna caldo il tema delle scorie di fonderia che non si sa più dove interrare, ma che non possono assolutamente essere impiegate nei fondi stradali, discariche incontrollate per decine di chilometri.

Icona

La “mina vagante” delle scorie di fonderia 462.28 KB 0 downloads

Da alcune settimane sui giornali locali è in corso il dibattito sul destino delle…

L’11 Ottobre 2008 si tiene a Brescia un convegno sulle buone pratiche nella gestione dei rifiuti urbani: se queste fossero applicate a Brescia, ridurrebbero a un quinto il rifiuto da smaltire spegnendo quasi del tutto l’inceneritore.

Icona

Convegno Confronto sulle buone pratiche di gestione dei rifiuti 190.03 KB 0 downloads

Prevenzione, raccolta differenziata e riciclaggio. Brescia, 11 ottobre 2008 ore 8,45 Auditorium…

Nell’Agosto del 2009 torna a riproporsi in tutta la Provincia il tema dei rifiuti speciali e delle discariche: a Conicchio di Nave la popolazione si ribella ad una piattaforma per il trattamento di rifiuti industriali in mezzo al centro abitato; a Brescia nel quartiere di San Polino i cittadini si oppongono ad una discarica di amianto; a Rovato quattro Comuni dicono no ad una ventilata trasformazione di una cava dismessa in discarica; a San Gervasio prosegue la giusta lotta dei cittadini organizzati nel Comitato Respiro libero contro l’ipotizzata piattaforma di rifiuti speciali Teresa, con una raccolta firme anche nei comuni vicini.

Icona

Giornale di Brescia – Conicchio, mille firme contro i rifiuti 237.55 KB 0 downloads

Al Villaggio Prealpino, Bovezzo e Mompiano molti abitanti si stanno mobilitando con…
Icona

Comitato Spontaneo contro le Nocività – Discarica di amianto di Buffalora 501.44 KB 0 downloads

La Profacta S.p.A., appartenente alla holding Faustini, specializzata nella coltivazione…
Icona

Bresciaoggi – Macogna: 4 comuni contro la Regione 119.28 KB 0 downloads

Cava contro parco, ricorso al Tar IL BRACCIO DI FERRO. Gli amministratori sono impegnati…
Icona

Raccolta di firme del Comitato “Respiro Libero” di San Gervasio Bresciano 46.06 KB 0 downloads

Il nostro Comitato Civico – APOLITICO – sta proponendo alla firma dei cittadini nei…

Intanto siamo sotto schiaffo dell’Unione europea la cui Commissione, il 25 Giugno 2009, ha deciso di inviare all’Italia l’ultimo avvertimento scritto concernente le penalità che potrebbero esserle comminate se non intraprenderà azioni tempestive per chiudere e bonificare migliaia di siti illegali e incontrollati di smaltimento dei rifiuti nell’intero paese, di cui probabilmente decine nel Bresciano.

Le vecchie discariche non si bonificano, in compenso se ne creano altre e altre ancora!

Icona

Italia: la Commissione invia un ultimo avvertimento riguardo a possibili penalità per le discariche abusive e avvia una procedura concernente le acque reflue 108.06 KB 0 downloads

La Commissione europea prosegue l’azione legale intrapresa nei confronti dell’Italia…

Nell’Ottobre del 2009 a Carzago di Calvagese della Riviera si cerca di ampliare una discarica per rifiuti speciali, comprese scorie di fonderia, ma la popolazione si oppone.

Icona

Richiesta di valutazione di impatto ambientale per ampliamento discarica della società M.D.C. in comune di Calvagese della Riviera (BS) 231.16 KB 0 downloads

Con riferimento alla documentazione depositata presso il Comune di Calvagese della…

Nella zona di Montichiari, a Vighizzolo, la cittadinanza si organizza in un “Comitato Montichiari SOS Terra“, per protestare contro le troppe discariche presenti sul territorio e il progetto di un grande impianto per incenerire l’amianto.

Brescia, insomma, si conferma per i rifiuti speciali immondezzaio d’Italia, in competizione con la Campania: secondo gli ultimi dati dell’agenzia nazionale per l’ambiente, Ispra, relativi al 2005, la provincia di Brescia da sola ne produceva oltre un terzo di tutta la Lombardia, mentre nel 2006 ne tumulava in discarica il 75% di tutta la Regione.

Icona

L’Apat – Ispra conferma la vocazione al “trattamento” dei rifiuti della Provincia di Brescia 140.02 KB 0 downloads

A Brescia 3.861.290 tonnellate di rifiuti speciali prodotti su 12.152.464 regionali,…

Nonostante il territorio bresciano sia ormai soffocato da discariche, la Regione Lombardia all’inizio del 2010 commissaria il Piano provinciale rifiuti per rimuovere gli eccessivi vincoli sull’inceneritore e sul territorio da preservare da nuove discariche o piattaforme di rifiuti speciali: la Terza linea dell’inceneritore si aprirebbe ai rifiuti urbani, ammazzando la raccolta differenziata, mentre si darebbe il via libera alle discariche di Borgo Stella a Castegnato e a quella di Macogna a Cazzago San Martino, nonché alla piattaforma Teresa a San Gervasio.

Icona

Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia – Piano provinciale di gestione dei rifiuti di Brescia 331.25 KB 0 downloads

Esercizio del potere sostitutivo della Regione ex artt. 8, comma 1, l.r. n. 12/07e…
Icona

Rifiuti speciali o rifiuti urbani nella terza linea dell’inceneritore? Un dilemma fuorviante 210.04 KB 0 downloads

In verità la terza linea va chiusa perché a Brescia non serve, se non ad inquinare. A…

La gravissima iniziativa della Regione ha suscitato a Brescia un coro di proteste.

Icona

Piano rifiuti commissariato, Brescia rilancia 212.97 KB 0 downloads

In Broletto maggioranza e opposizione fanno muro. I nodi più spinosi: Franciacorta…

Ma i Comuni interessati alla tutela del proprio territorio non si scoraggiano e trasformano in un Parco il sito della Macogna, in Franciacorta.

Icona

Bresciaoggi – Il parco scaccia-discariche compie un balzo in avanti 30.93 KB 0 downloads

Il 2010 si apre sotto i migliori auspici per il parco sovracomunale della Macogna,…

L’ingegner Massimo Cerani, nel Novembre 2009, elabora per alcuni Comuni a Nord di Trento un progetto esecutivo che prevede una raccolta differenziata di qualità ed un riciclo totale dei rifiuti urbani, evitando sia il ricorso all’incenerimento che alla discarica.

La Consulta per l’Ambiente del Comune di Brescia e l’Associazione, già Lista, Civica per Brescia pubblicano, nel Marzo 2010, una Guida alla corretta gestione dei rifiuti, o meglio, alla corretta collocazione dei rifiuti nei cassonetti: opuscolo inutile, anzi controproducente.

Icona

Osservazioni all’opuscolo Guida per una corretta gestione dei rifiuti. Ridurre, Riusare, Riciclare, 239.24 KB 0 downloads

A cura della Consulta dell’Ambiente e dell’Associazione [già Lista!] Civica…

Invece i Comitati ed il Coordinamento dei Comitati ambientalisti della Lombardia hanno riproposto con forza all’Amministrazione comunale l’urgenza di togliere i cassonetti dalle strade e passare in tutta la città di Brescia alla raccolta domiciliare con tariffa puntuale.

Icona

I comitati e il Coordinamento dei Comitati Ambientalisti della Lombardia incontrano l’ASL di Brescia e L’Assessore all’Ecologia del Comune di Brescia 406.34 KB 0 downloads

Il 25 novembre 2009, l’Asl di Mantova ha licenziato un Primo rapporto di un’Indagine…

La disastrosa gestione dei rifiuti urbani a Brescia è confermata dagli ultimi Rapporti pubblicati (dati 2008) a Roma dall’Ispra e a Brescia dall’Osservatorio provinciale: enorme produzione di rifiuti e raccolta differenziata ferma al palo, 5 punti al di sotto dell’obiettivo di legge.

Icona

Rifiuti urbani a Brescia. In un quadro buio qualche luce di speranza 1.04 MB 0 downloads

Per i rifiuti urbani la provincia di Brescia è da anni la “pecora nera”. Grazie…

Il 2010 si chiude con alcune iniziative incentrate sul tema dei rifiuti urbani.

Il 15 si è tenuta in piazza Loggia una performance, molto riuscita, da parte dei Comitati ambientalisti e di alcune classi del Liceo artistico, per sensibilizzare la città sul problema dei rifiuti e della raccolta differenziata “porta a porta”.

Icona

Giornata di sensibilizzazione e di educazione ambientale sulle modalità più corrette e moderne in tema di gestione di materiali post consumo 397.99 KB 0 downloads

Mercoledì 15 dicembre 2010 ore 10,30 Piazza della Loggia con la collaborazione di…
Icona

Brescia, pecora nera nella gestione dei rifiuti. Ultima in Lombardia per sostenibilità. Peggiore di Salerno, Oristano e Caserta 1,000.63 KB 0 downloads

Dopo due anni di incontri e confronti improntati al dialogo costruttivo con l’Amministrazione…
Icona

Io non ti rifiuto 1.06 MB 0 downloads

Testi di Marino Ruzzenenti, disegni di Maddalena Guardo.   …

Il 22 dicembre esce la nuova normativa nazionale sulla gestione dei rifiuti con luci ed ombre, come rileva il commento dell’ing. Massimo Cerani.

Anche i rifiuti speciali rimangono al centro dell’attenzione nel corso del 2010. Particolarmente calda la “Vertenza amianto” che tocca Travagliato, Brescia San Polino e Vighizzolo di Montichiari: le popolazioni locali si oppongono giustamente a discariche e impianti di trattamento termico dell’Eternit.

Icona

Il Giorno – Tre discariche per Brescia. La guerra dei residenti 442.69 KB 0 downloads

Regione Lombardia prevede di aprire tre discariche in provincia: Montichiari, Travagliato…

A Brescia gli abitanti di San Polino ottengono dal Tar di Brescia lo Stop alla discarica di via Brocchi.

Icona

Bresciaoggi – Tar, nuovo stop per la discarica di amianto 369.38 KB 0 downloads

In Via Brocchi. Dopo la sospensione dei lavori della Profacta il 10 Marzo, per l’acquisizione…
Icona

Ordinanza del Tar Lombardia sulla discarica di amianto in Via Brocchi 17.34 KB 0 downloads

l Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia sezione staccata di Brescia…

Altra bella vittoria dei cittadini di San Gervasio che hanno costretto la piattaforma per rifiuti speciali “Teresa” a ritirarsi.

Icona

Giornale di Brescia – San Gervasio Rifiuti: la resa… di Teresa, l’impianto non si farà 432.57 KB 0 downloads

La società fa un passo indietro rispetto alle richieste presentate. Soddisfatto…

Sempre alla ribalta la criticità irrisolta delle scorie di fonderia: indagate due acciaierie bresciane (Alfa Acciai e Lucchini) per scorie contaminate di cromo tumulate in quel di Alba.

Icona

Giornale di Brescia – Scorie d’acciaieria smaltite nel terreno ad Alba 282.51 KB 0 downloads

Rilevati alti tassi di Cromo. Fra i 16 indagati, i responsabili di due aziende bresciane…

Invece nel sito Caffaro il responsabile della Ditta che aveva avviato la bonifica viene arrestato per smaltimento illecito di rifiuti.

Icona

Bresciaoggi – Pcb, un arresto per smaltimento illecito di rifiuti 143.66 KB 0 downloads

Eseguita un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell’amministratore della…

È sempre più evidente che il “problema discariche” è ormai insostenibile per l’intera la provincia.

Icona

Giornale di Brescia – Rifiuti, geografia di un territorio sotto assedio 1.02 MB 0 downloads

Tra attivi o con attività cessate sono 65 i siti disseminati tra Brescia e Provincia. …

Il 2011 si apre riproponendo la tormentata situazione delle discariche a Montichiari e la contrastata nuova discarica Ecoeternit per l’amianto.

Icona

Montichiari, un territorio martoriato dalle discariche 513.31 KB 0 downloads

Ricaviamo da un recente documento di Legambiente di Montichiari la descrizione del…

Intanto a Bedizzole e Calvagese la popolazione si mobilita contro un gassificatore-centrale termoelettrica, alimentato dagli escrementi dei polli, mentre in Franciacorta continua la battaglia, ormai storica, attorno alla cava-discarica Macogna.

Icona

La cava Macogna. Una vicenda esemplare 1.46 MB 0 downloads

I Comuni interessati, Berlingo, Cazzago San Martino, Rovato e Travagliato, vogliono…

Il 7 Giugno un’interessante inchiesta di Radio popolare riaccende i riflettori sul dramma dei rifiuti radioattivi, in genere da Cesio 137.

Icona

Radio Popolare – Il Cesio 137 a Brescia. L’ex Cava Piccinelli di Via Cerca 2.10 MB 0 downloads

Alle porte di Brescia, nei pressi dello stabilimento Alfa Acciai, c’è un terreno…

Nonostante le amnesie delle istituzioni, la questione non è nuova. Anzi “incidenti radioattivi” continuano ad accadere, segno che sono ancora inadeguate le operazioni di preselezione e di bonifica dei rottami/rifiuti in ingresso negli impianti.

Icona

Rifiuti radioattivi. Un’emergenza che troppo spesso si ripropone 4.29 MB 0 downloads

Di nuovo all’inizio del 2011 si è riproposto il problema gravissimo dei rifiuti…

La conseguenza è che i cittadini devono convivere per secoli con radioattività confinata in bunker: a Lumezzane si costituiscono in Comitato.

La disastrosa gestione dei rifiuti urbani a Brescia città è confermata dal fallimento delle iniziative del Comune e della Consulta dell’Ambiente messe in atto per ridurre i rifiuti: la produzione dei rifiuti è ulteriormente aumentata, ed è diminuita dell’1% la raccolta differenziata.

Icona

Rifiuti urbani. Brescia sempre peggio 668.06 KB 0 downloads

Consulta e ambientalismo istituzionale: se ci siete battete un colpo! Ecco i primi…

Eppure è possibile evitare di tumulare i rifiuti in discarica o di bruciarli nell’inceneritore: l’ing. Massimo Cerani, nel 2011, delinea quello che potrebbe e dovrebbe essere il percorso virtuoso verso un totale riciclo dei rifiuti.

Icona

Massimo Cerani – Per fare decollare le filiere del riciclo in Italia 645.51 KB 0 downloads

Secondo l’ultimo rapporto del settore, il comparto continua la sua crescita anche…

Novità nelle gestione dei rifiuti in Lombardia: la Giunta Regionale, nell’estate del 2011 ha licenziato un Atto di indirizzi per il Consiglio in cui si delineano interventi in tema di rifiuti urbani e speciali e di bonifiche.

Icona

Regione Lombardia – Deliberazione n° IX / 2072 Seduta del 28/07/2011 1.06 MB 0 downloads

Trasmetto, per l’istruttoria di competenza, la proposta di deliberazione descritta…

Vi sono diversi aspetti inaccettabili e lacune vistose che abbiamo puntualizzato in una nota di Osservazioni critiche.

Icona

Osservazioni all’Atto di indirizzi per il Consiglio Regionale ai sensi del c. 3 art. 19 L. R. 26/2003 in materia di programmazione della gestione dei rifiuti 477.69 KB 0 downloads

La Regione Lombardia non ha ancora reso lo smaltimento un’opzione residuale: meno…

Il 2012 si apre a Brescia con una pioggia di richieste di piattaforme e impianti per il trattamento dei rifiuti, ma nella “Gomorra” del Nord il territorio è da tempo saturo di rifiuti, le popolazioni non ne possono più e si ribellano.

Icona

Brescia, la gomorra del Nord 3.78 MB 0 downloads

Arresti illustri per presunti illeciti nella gestione dei rifiuti speciali, discariche…

Chiudiamo il 2012 con l’ennesima proposta per una gestione corretta dei rifiuti a Brescia, elaborata da Massimo Cerani: facilmente realizzabile, se ci si libera dalla dipendenza dall’inceneritore.

Icona

Per una gestione sostenibile dei rifiuti a Brescia 107.99 KB 0 downloads

Stato di fatto e proposta di avvio di raccolte domiciliari con introduzione di una…

Con il 2013, anche in relazione alla proposta di legge di iniziativa popolare “Rifiuti zero”, si sviluppa la discussione sul trattamento del residuo finale a valle della raccolta differenziata: in questo contesto è stata proposta una nuova tecnologia, che merita alcune osservazioni.

Icona

What’s best to do with the “Leftovers” on the way to Zero Waste? 1,014.11 KB 0 downloads

Dr. Jeffrey Morris Dr. Enzo Favoino Eric Lombardi Kate Bailey Whether a community…
Icona

Osservazioni al report “What’s best to do with the “Leftovers” on the way to Zero Waste?” 65.92 KB 0 downloads

Lo studio (titolo in italiano: qual è la strada migliore per i rifiuti residui verso…

Una puntuale analisi critica dell’ingegner Massimo Cerani sulla qualità della raccolta differenziata in provincia di Brescia: senza il “porta a porta” pochi risultati e per di più scadenti.

Icona

Commento al rapporto della Provincia di Brescia-Settore Ambiente “Verso una società del riciclo” 19.72 KB 0 downloads

Il rapporto, pubblicato a Marzo 2013 dalla Provincia di Brescia, Settore ambiente,…

Il 2014 si apre con una novità di assoluto rilievo per Brescia: tutte le associazioni e i comitati ambientalisti bresciani si ritrovano su una piattaforma comune di critica al mega inceneritore A2A e di sostegno della raccolta differenziata porta a porta, costituendo il Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile.

Il Forum, quindi, chiede un incontro urgente a tutte le autorità per discutere sul futuro dell’inceneritore A2A, sulla base della piattaforma unitaria e avendo condiviso l’analisi dei risultati della Conferenza dei servizi sull’Aia.

Icona

Richiesta di incontro del Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile per parlare del futuro dell’Inceneritore 26.18 KB 0 downloads

Si è costituito a Brescia il “Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile” cui…
Icona

Nota del “Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile” in occasione della Conferenza dei servizi per il rinnovo dell’Aia all’inceneritore A2A di Brescia 21.67 KB 0 downloads

Nel 1998 entrava in funzione l’inceneritore dell’allora Asm, progettato per bruciare…

Nel contempo il Forum ha predisposto una brochure sulla raccolta “porta a porta” dei rifiuti urbani finalizzata ad informare correttamente la cittadinanza.

Icona

Raccolta differenziata Porta a Porta: trasforma il rifiuto in risorsa 448.61 KB 3 downloads

Brochure sulla raccolta “porta a porta” dei rifiuti urbani finalizzata ad informare…

Inoltre il Forum chiede e realizza, il 21 Luglio, un incontro con i capigruppo del Comune di Brescia per discutere di raccolta differenziata porta a porta a Brescia.

Ai capigruppo intervenuti, del PD e del Movimento 5 Stelle, e all’assessore Fondra sono state illustrate le presentazioni di Apostoli, Cerani e Trecroci.

Icona

Marco Apostoli – Porte aperte all’Ambiente 835.49 KB 0 downloads

C’è un basso livello di alfabetizzazione scientifica diffusa che impedisce di…
Icona

Massimo Cerani – Raccolta differenziata domiciliare nelle piccole e medie città: si può fare! 2.04 MB 0 downloads

Il rifiuto a valle delle raccolte differenziate: questo sconosciuto Lo smaltimento…
Icona

Carmine Trecroci – La raccolta dei rifiuti nel Comune di Brescia: profili economici 1.23 MB 0 downloads

L’attuale sistema di raccolta a Brescia è inefficace, inefficiente e comporta…

L’augurio è che le ragionevoli e argomentate proposte del Forum siano più convincenti, per l’Amministrazione comunale, degli interessi aziendali di A2A.

Il Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile, tra Settembre e Novembre, ha intensificato il suo impegno perché il Comune di Brescia finalmente adotti il porta a porta per la raccolta differenziata dei rifiuti: per due mesi, il martedì, ha presidiato la Loggia per sensibilizzare l’opinione pubblica; il 4 Novembre ha incontrato i consiglieri del PD, offrendo l’esperienza del Consorzio trevigiano Contarina, rappresentato da Paolo Contò, e la presentazione del Forum, curata da Marco Apostoli, purtroppo ignorata da chi dovrebbe decidere con cognizione.

Icona

I martedì di denuncia sotto la Loggia 2.72 MB 0 downloads

Il Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile contro lo Sblocca Italia, per il porta…
Icona

Contarina Spa – Raccolta porta a porta e gestione integrata dei rifiuti 5.61 MB 0 downloads

1. La società e il territorio gestito 2. Il modello Contarina 3. I risultati 4….

L’11 novembre ha organizzato un convegno molto partecipato al quale hanno portato contributi particolarmente qualificati Enzo Favoino e Vincenzo Altieri di Novara.

Icona

I tanti perché del PaP 1.36 MB 0 downloads

Dalle indicazioni strategiche ai risultati delle pratiche locali: quantità, qualità…
Icona

A Novara la raccolta differenziata si è assestata sopra il 70%. I vantaggi del sistema di raccolta porta a porta – domiciliare 2.37 MB 0 downloads

IL PASSAGGIO DA SISTEMA DI RACCOLTA STRADALE A SISTEMA DI RACCOLTA PORTA A PORTA La…

Il 19 Novembre, infine, per non lasciare nulla di intentato, il Forum ha chiesto un’audizione da parte della Commissione Ambiente del Comune di Brescia.

Icona

Richiesta audizione commissione ambiente del comune di Brescia 68.14 KB 0 downloads

Da alcuni mesi si è costituito a Brescia il “Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile”…

A questo punto i decisori politici hanno tutti gli elementi per una deliberazione consapevole. Non vi sono più alibi. Si tratta di gettare il cuore oltre l’ostacolo degli interessi (peraltro miopi) di A2A e di mettersi al passo con il resto della Lombardia e dell’Europa.

Alla vigilia di Natale il Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile, interviene con una critica puntuale sull’ipotesi di “sistema misto“, cassonetti a calotta con pseudo porta a porta, avanzata dall’Assessore all’Ambiente del Comune di Brescia: meno efficiente e più costoso.

Icona

Il sistema misto fa aumentare i costi 561.39 KB 0 downloads

Secondo quanto dichiarato a giornali e su web dall’ Assessore all’ambiente del…

Con il 2015 rimane caldissimo a Brescia il tema dei rifiuti. Si scopre così che oltre alla BreBeMi autostrada, esiste una BreBeMi dei rifiuti: infatti Brescia, Bergamo e Milano fanno tutte capo ad A2A per la gestione dei rifiuti. Ma il confronto tra le tre province è sconvolgente: a Brescia un carico ambientale pesantissimo mentre i ricavi se ne vanno altrove.

Icona

La BreBeMi dei rifiuti 689.35 KB 0 downloads

Analisi comparata di tre casi di studio di gestione dei rifiuti e relativo impatto…

Il Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile, il 9 Febbraio, torna sulla questione del “Porta a porta” in città rendendo pubblica un’ulteriore presa di posizione contro il “sistema misto” di raccolta dei rifiuti urbani che verrebbe adottato dalla Giunta Del Bono.

Icona

Il sistema misto fa aumentare i costi 561.39 KB 0 downloads

Secondo quanto dichiarato a giornali e su web dall’ Assessore all’ambiente del…

La controversia sul “nuovo” sistema di gestione dei rifiuti urbani a Brescia fa emergere il vero problema: l’Amministrazione comunale di Brescia è ostaggio di A2A, prigioniera di un groviglio di conflitti di interessi.

Icona

Il Comune di Brescia ostaggio di A2A. Un groviglio di conflitti di interessi 126.74 KB 1 downloads

Abbiamo già sviscerato il vergognoso accordo intercorso l’anno scorso tra A2A…

Presentato il Piano strategico di A2A per il 2015-2019: un superficiale maquillage innovativo su una strategia industriale obsoleta, ancorata al secolo scorso.

Icona

A2A, un’azienda “bloccata” che non sa guardare al futuro 24.40 KB 0 downloads

Piano strategico di A2A 2015-2019: un superficiale maquillage innovativo su una strategia…

Il Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile chiede con forza la chiusura della terza linea dell’inceneritore A2A: inutile, dannosa e irresponsabile.

Icona

Richiesta chiusura 3 linea dell’inceneritore di Brescia 16.00 KB 0 downloads

Queste settimane di mobilitazione contro i cambiamenti climatici, un appuntamento…

Anche il sindaco Del Bono nel Marzo 2015 si era impegnato a chiuderla: promesse da marinaio?

Icona

Corriere della Sera Brescia – Del Bono: «spegneremo una linea del Termoutilizzatore» 14.29 KB 0 downloads

Via libera del Consiglio al sistema «combinato» per la raccolta dei rifiuti: si…

Il Forum per un ciclo dei rifiuti sostenibile, il 10 Febbraio 2016, denuncia: le ecoballe campane all’inceneritore di Brescia? Il silenzio assordante di A2A e del Comune di Brescia sembra una conferma.

Icona

Le ecoballe campane all’inceneritore di Brescia? 1.74 MB 0 downloads

“Chi tace acconsente”, recita la saggezza popolare. Dunque sarebbe proprio vero…

Legambiente Montichiari, nel febbraio 2016, presenta una relazione documentata sulla devastazione prodotta dalle discariche nel tormentato territorio di Vighizzolo.

Icona

Legambiente e l’emergenza discariche di Montichiari 19.07 KB 1 downloads

Da quando siamo nati, ormai dieci anni fa, come locale Circolo di Legambiente ci…

Da quel territorio martoriato era partita l’indagine su Il businnes dei rifiuti a Brescia.

Icona

“Ma la terra dei fuochi no”. L’immondezzaio d’Italia sì? 14.96 MB 2 downloads

LE NOVITA’ (TROPPE NON BUONE!): VERSO I 100 MILIONI DI METRI CUBI DI RIFIUTI SPECIALI…

Il 2016 si era aperto con una novità rilevantissima: un nuovo movimento si presenta sulla scena provinciale, il Tavolo Basta veleni.

Il 27 Gennaio 2016 il Tavolo Basta veleni si presenta ufficialmente come coordinamento democratico e rappresentativo di tutti i Comitati e le Associazioni che nel Bresciano si occupano di ambiente e di tutela della salute.

Icona

Il Tavolo Basta veleni. Un vero luogo di incontro e di lavoro in comune degli ambientalisti bresciani 731.63 KB 1 downloads

Un’esperienza di democrazia partecipata prodigiosa Questa straordinaria realtà…

Con la piattaforma che chiede lo stop a nuove discariche e ad impianti impattanti e la bonifica dei siti inquinati prepara la camminata popolare del 10 Aprile.

Icona

Basta Veleni – Moratoria per nuove discariche e riduzione delle emissioni 310.15 KB 1 downloads

Questo documento nasce dal neonato Tavolo di lavoro “Basta veleni!” che vede…

Dodicimila, forse 15 mila, cittadini partecipano alla grande manifestazione del 10 Aprile 2016 promossa dal Tavolo Basta veleni, una svolta storica per Brescia: “Ora vogliamo il cambiamento da parte delle istituzioni”.

Icona

A Brescia in 12mila per dire «Basta Veleni» e per chiedere le bonifiche 2.30 MB 1 downloads

Domenica 10 aprile 2016 per me si è avverato un sogno, coltivato da oltre vent’anni,…

Dopo la grande manifestazione del 10 Aprile il Tavolo Basta veleni il 4 Giugno si confronta nell’agorà con il Presidente della Provincia Pierluigi Mottinelli.

La trascrizione degli interventi per la valutazione collettiva e programmare le prossime iniziative.

Icona

Brescia: agorà pubblica. Il tavolo Basta Veleni incontra il presidente della provincia Mottinelli 155.08 KB 0 downloads

Agorà pubblica questo pomeriggio a Brescia promossa dal “Tavolo Basta Veleni”…

Il Tavolo Basta veleni il 5 Novembre si confronta in un incontro pubblico con il Sindaco di Brescia Emilio Del Bono sulle criticità ambientali della città.

Icona

Il Tavolo Basta veleni incontra il sindaco di Brescia Emilio Del Bono per discutere le criticità ambientali della città 1.59 MB 0 downloads

Brescia Palazzo della Loggia, sabato 5 novembre ore 14,30 – 16,30 Le domande inviate…

Alla “Terra di fuochi del Nord” mancava solo l’imprimatur del pentito di Camorra, arrivato, il 17 Novembre, nel corso della trasmissione di Rai 2 Nemo: A Brescia state peggio della Terra dei fuochi!

Icona

Rassegna stampa – Traffico di scorie tossiche 1.21 MB 0 downloads

«Tutte le cave sono piene di rifiuti, abbiamo scaricato scorie tossiche». Ad affermarlo…

La Magistratura, che valuterà l’attendibilità del pentito, nel frattempo ha scoperchiato alcune presunte criticità del settore acciaiero bresciano nel (mal)trattamento dei rottami/rifiuti.

Icona

BresciaToday – Una collina fatta di scorie di fonderia 290.41 KB 0 downloads

Sequestro di San Polo, le indagini proseguono: volti noti dell’imprenditoria bresciana…

Il 24 Novembre arriva a Brescia una manifestazione arrabbiata, ma civile, dei cittadini di Vighizzolo – Montichiari tormentati da discariche e rifiuti.

Un dossier sulla loro allucinante situazione.

Icona

Bresciaoggi – Vighizzolo alza la voce: «Ora Basta Veleni!» 2.92 MB 0 downloads

L’ira di Gigi Rosa: «La task force è una presa in giro». Barbara Padovani: «Abbandonati…

Il Tavolo Basta veleni il 17 Dicembre si confronta in un incontro pubblico con i parlamentari bresciani: chiesto un intervento urgente del Governo per la moratoria delle discariche e per le bonifiche.

Icona

Agorà del tavolo Basta Veleni con i parlamentari bresciani 567.26 KB 0 downloads

Chiesto l’intervento del Governo per la moratoria di discariche e nuovi impianti…

Il 2017 riporta alla ribalta il sistema misto di raccolta dei rifiuti a Brescia, a suo tempo criticato dal Forum Rifiuti: Massimo Cerani, sostenuto dal Tavolo Basta veleni, si dimette dall’Osservatorio rifiuti del Comune di Brescia e denuncia: mancanza di trasparenza per nascondere il fallimento del sistema misto nel raggiungere gli obiettivi di legge.

Icona

Massimo Cerani – Chi controlla il nuovo sistema di raccolta differenziata a Brescia? 1.02 MB 0 downloads

Dopo alcuni mesi e 3 riunioni, come membro espresso dalla Consulta per l’ambiente,…

Il Tavolo Basta veleni il 10 Maggio 2017 incontra il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti a Roma: è la prima volta che gli ambientalisti bresciani trovano udienza presso un Ministro dell’Ambiente.

Anche in quella sede hanno chiesto un intervento di emergenza per una moratoria delle discariche e per le bonifiche.

Icona

Resoconto viaggio a Roma delle Delegazione del Tavolo Basta veleni del 10 Maggio 2017 1.28 MB 0 downloads

Nell’intervallo, intorno alla 13, abbiamo incontrato alcuni parlamentari bresciani…

Il 29 Maggio “Internazionale” pubblica un’ottima inchiesta di Marina Forti, Viaggio nella provincia assediata dai veleni.

Icona

Viaggio nella provincia assediata dalle discariche 1.59 MB 0 downloads

Il traffico comincia di buon’ora. Traffico pesante. “Alle sei, le sette del mattino…

Su sollecitazione del Tavolo Basta veleni, il 17 Giugno, 13 parlamentari bresciani presentano una mozione unitaria sull’emergenza discariche e rifiuti e sull’urgenza delle bonifiche.

Icona

Corriere della Sera – Piano bonifiche: mozione unitaria di 13 deputati 481.26 KB 0 downloads

Un piano generale di bonifica, successivo a una mappatura delle criticità ambientali…

Il Tavolo Basta veleni, il 7 Luglio, presenta all’Amministrazione provinciale un documento critico sul Piano Cave, chiedendo di aprire un confronto pubblico.

Icona

Documento del Tavolo Basta Veleni sul tema delle Cave di sabbia e ghiaia in prospettiva della redazione del nuovo P.C.C. 291.68 KB 0 downloads

Con la presente, alleghiamo documento come in oggetto, chiedendoVi di volerlo esaminare…

Il Tavolo Basta veleni, il 31 Luglio, ha un proficuo e importante incontro con l’Arpa di Brescia, nel quale vengono approfondite tutte le criticità ed emergenze ambientali bresciane.

Icona

Report dell’incontro con Arpa del 31 luglio 2017 ore 14 e 30 – 17 di una delegazione (10 presenti) del Tavolo Basta Veleni 727.89 KB 0 downloads

Per Arpa partecipano la dott.ssa Maria Luisa Pastore, direttrice del Dipartimento…

Finalmente, il 5 Settembre, anche la stampa “scopre” che Brescia è la capitale dei rifiuti, l’immondezzaio d’Italia: “Meglio tardi che mai!”.

Icona

Rassegna Stampa – Brescia, capitale nazionale dei rifiuti 881.22 KB 0 downloads

Anche la stampa se n’è accorta: “Meglio tardi che mai!” …

Il Tavolo Basta veleni, l’8 Settembre, presenta alla stampa i risultati dell’incontro con l’Assessore all’ambiente della Regione Lombardia: grande la distanza tra le richieste e le risposte ricevute.

Icona

Incontro del tavolo di lavoro Basta Veleni con l’assessore regionale all’ambiente, energia e sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi 262.24 KB 0 downloads

RICHIESTE PRESENTATE PER ISCRITTO DAL TAVOLO BASTA VELENI 1. Moratoria Situazione…

Brescia nuova Terra dei fuochi”. A dirlo, il 10 ottobre, è il procuratore aggiunto Sandro Raimondi nell’audizione della Commissione bicamerale d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, segnalando tra i diversi operatori inquisiti la stessa A2A.

Grande lo scompiglio e imbarazzante il silenzio del Comune di Brescia.

Icona

Resoconto stenografico – Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti 64.79 KB 0 downloads

L’ordine del giorno reca l’audizione del procuratore della Repubblica aggiunto presso…

Emergenza discariche. La Regione Lombardia, 18 Ottobre, vara un “nuovo fattore di pressione” che dovrebbe salvaguardare il territorio bresciano.

Ma è proprio così o la devastazione continua? La moratoria per contrastare
davvero la lobby dei rifiuti
.

Icona

Discariche nel Bresciano: moratoria e/o fattore di pressione 96.73 KB 1 downloads

Di seguito un approfondimento della tematica in relazione al nuovo “fattore di…

Il 2018 dovrebbe essere l’anno decisivo per tentare di porre un freno all’invasione di rifiuti nel Bresciano.

A due anni dalla grande manifestazione del 10 aprile, il 24 febbraio, il Tavolo Basta Veleni presenta alla cittadinanza ed ai candidati alle elezioni un importante documento di valutazione del lavoro fatto e di proposte per rilanciare l’iniziativa.

Icona

Due anni dopo la grande manifestazione del 10 aprile 2016. Ambiente: l’emergenza continua ma i rimedi non si vedono 1.72 MB 0 downloads

La piattaforma elaborata nel febbraio 2016, su cui fu costruita la manifestazione…

Dal Rapporto Ecomafia 2018 di Legambiente: a Brescia record di ecoreati.

Icona

Il business dei rifiuti a Brescia 1.75 MB 0 downloads

Battuti tutti i record nazionali per le quantità di rifiuti speciali tumulati in…

Il Consiglio Provinciale di Brescia, il 24 Settembre, approva all’unanimità la moratoria a nuove discariche.

Icona

Mozione con proposta di voto sulla moratoria a nuove discariche 646.24 KB 0 downloads

CHIEDE al Consiglio Provinciale di Brescia di impegnare il Presidente della Provincia…

Pubblicata su Youtube un’intervista sui roghi di rifiuti al Nord: Milano brucia: moriremo di rifiuti, www.byoblu.com, 16 ottobre 2018.

Il 13 Novembre, viene discussa e approvata alla Camera dei deputati la mozione sull’emergenza rifiuti a Brescia: all’ultimo momento la maggioranza di governo cancella la moratoria, confermando che la lobby bresciana dei rifiuti è intoccabile!

Icona

L’imbroglio della mozione parlamentare sulla moratoria 897.18 KB 0 downloads

Si era partiti con una gara a chi alzava di più l’asticella tra opposizione (Leu…

Il Tavolo Basta veleni incontra il 16 novembre l’Assessore regionale all’Ambiente Cattaneo: disponibilità al confronto, ma totale chiusura ad ogni ipotesi di moratoria su nuove discariche.

Icona

Comunicato stampa del Tavolo Basta Veleni – Incontro con l’Assessore Raffaele Cattaneo – Milano 16 novembre 2018 37.58 KB 0 downloads

Oggi 16 novembre alle ore 12 siamo stati ricevuti dall’Assessore Regionale all’ambiente…

Presentate al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, in visita a Brescia, il 20 novembre, le richieste del Tavolo Basta veleni per fronteggiare l’emergenza ambientale bresciana.

Ma, purtroppo, nessuna risposta!

Icona

Tavolo Basta Veleni – Nota sulla MORATORIA per il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa 151.03 KB 0 downloads

Il Tavolo Basta veleni ritiene sia urgente l’adozione di provvedimenti di emergenza…

Viene proiettato a Brescia un docufilm che sollecita una lettera aperta agli autori, Mimmo Calopresti e Roberto Cavallo: Immondezza: l’economia circolare sbanda all’ultima curva.

Icona

Immondezza: l’economia circolare sbanda all’ultima curva 21.69 KB 0 downloads

Gentili Mimmo Calopresti e Roberto Cavallo, abbiamo assistito, il 20 novembre scorso,…

Nel 2019, ad Agosto, pubblicato un nuovo aggiornamento dell’indagine su Il business dei rifiuti a Brescia.

Icona

“Ma la terra dei fuochi no”. L’immondezzaio d’Italia sì? 14.96 MB 2 downloads

LE NOVITA’ (TROPPE NON BUONE!): VERSO I 100 MILIONI DI METRI CUBI DI RIFIUTI SPECIALI…

Nel 2020, ad Agosto pubblicato un nuovo aggiornamento dell’indagine su Il business dei rifiuti a Brescia.

Icona

Ma la terra dei fuochi no. L’immondezzaio d’Italia sì? 2020 17.15 MB 0 downloads

LE NOVITA’ (TROPPE CATTIVE, MA ALCUNE BUONE!): VERSO I 100 MILIONI DI METRI CUBI…

Il 31 Dicembre 2021 pubblicato un nuovo aggiornamento dell’indagine su Il business dei rifiuti a Brescia.

Icona

Ma la terra dei fuochi no. L’immondezzaio d’Italia sì? 2021 21.38 MB 0 downloads

LE NOVITA’ (TROPPE CATTIVE, MA ALCUNE BUONE!): SEMPRE PIU’ VICINI I 100 MILIONI…

Il 31 Dicembre 2022 pubblicato l’ultimo aggiornamento dell’indagine su Il business dei rifiuti a Brescia.

Icona

Ma la terra dei fuochi no. L’immondezzaio d’Italia sì? 2023 23.62 MB 7 downloads

LE NOVITA’ (TROPPE CATTIVE, POCHE BUONE): SEMPRE PIU’ VICINI I 100 MILIONI DI…