La chimera della bonifica Caffaro


[featured_image]
Download
Download is available until [expire_date]
  • Versione
  • Download 1
  • Dimensioni file 704.40 KB
  • Conteggio file 1
  • Data di creazione 28 Settembre 2015
  • Ultimo aggiornamento 10 Maggio 2023

La chimera della bonifica Caffaro

Sembra utile, dopo la pausa estiva, fare il punto sulla vicenda molto intricata della bonifica del Sito Caffaro.

Il Piano di bonifica

Continua a non esistere alcun Piano generale di bonifica, neppure abbozzato. Ma ciò che appare ancora più grave è che sembra non vi sia neppure la volontà o l’intenzione di porvi mano. Cosicché, se si dà un’occhiata a quanto recentemente pubblicato dalla stampa locale sui siti inquinati nel Bresciano, si nota una clamorosa lacuna nonché una palese contraddizione: da un lato sembrerebbe che l’indagine svolta dal centro ricerche della Regione Lombardia, Éupolis, non si sia occupata del Sin Caffaro, a detta dell’estensore dell’articolo, dall’altro però nei siti da bonificare del Comune di Brescia compaiono le scuole Calvino e Deledda che, come si sa, rientrano nella zona inquinata dalla Caffaro, anche se esterne “formalmente” alla perimetrazione del Sin (E. Mirani, Veleni nell’acqua e nel suolo: sono 349 i siti sotto esame nel Bresciano, “Giornale di Brescia”, 27 settembre 2015). Ma, come i giardini della Deledda e della Calvino, vi sono centinaia di siti privati e pubblici per milioni di metri quadrati altrettanto o addirittura più inquinati, e che non compaiono nell’indagine di Éupolis, per la semplice ragione che non previsti in alcun Piano di bonifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *