Un primo insuccesso con l’ex Snia Caffaro


Come purtroppo prevedibile, il Ministero dell’Ambiente, per ora ha registrato un primo insuccesso nel tentativo di chiedere all’ex Snia Caffaro di assumersi gli oneri della bonifica.

Per questo è quanto mai urgente elaborare un Piano generale di bonifica per il Sin Caffaro, pretendere dal Governo adeguati finanziamenti e ricercare tecnologie alternative alla semplice “migrazione” dei terreni contaminati.

Icona

La chimera della bonifica Caffaro 704.40 KB 2 downloads

Sembra utile, dopo la pausa estiva, fare il punto sulla vicenda molto intricata della…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *